English
繁体中文
عربى
français
Deutsche
हिंदी
Italian
日本語
한국어
Melayu
português
Español
18050096681
Casa > notizia > Novità dell\'azienda > BASF e BMW Group producono vernici per autoveicoli da materie prime rinnovabili
Certificazioni
Prodotti caldi
Contattaci
FineHope ha un meccanismo di gestione completo. Dal 2006, ha superato l\'audit del sistema di gestione della qualità ISO9001 e la certificazione del gruppo SGS svizzero per molte volte; Nel 2021, ha superato la certificazione del sistema di gestione della qualità automobilistica IATF16949: 2016.

FineHope ha una ricchezza di esperienza in collaborazione con le aziende della Fortune 500, le macchine edili di Caterpillar negli Stati Uniti e Stiga, il più grande gruppo di macchinari del giardino in Europa, la più grande società di carrelli elevatori e carrelli elevatori del mondo, TVh e il terzo del mondo Esperienza nella cooperazione con aziende di fama mondiale come il Brand Sports Fitness Startrac.
Contatta ora

BASF e BMW Group producono vernici per autoveicoli da materie prime rinnovabili

BASF e BMW Group producono vernici per autoveicoli da materie prime rinnovabili

pu mondo pu mondo 2022-05-16 10:26:56

● Il BMW Group è il primo OEM ad utilizzare rivestimenti BASF certificati secondo il metodo del bilancio della biomassa

● Ridurre al minimo l'impronta di carbonio riducendo le risorse fossili e utilizzando materie prime più sostenibili

● Il trasparente e l'e-coat evitano ciascuno circa il 40% delle emissioni di CO2

Produttore di prodotti in poliuretano in Cina

Il BMW Group è il primo produttore di automobili a fidarsi di rivestimenti OEM per auto più sostenibili certificati secondo l'approccio di bilanciamento della biomassa di BASF. Il BMW Group ha scelto di utilizzare l'e-coat CathoGuard® 800 ReSource di BASF Paint nei suoi stabilimenti di Lipsia, in Germania e Rosslyn, Sud Africa, e la vernice opaca ReSource iGloss® in tutta Europa. L'utilizzo di queste versioni più sostenibili del prodotto nei rivestimenti per autoveicoli potrebbe comportare l'eliminazione di circa il 40% di CO2 per mano; ciò consentirà alle fabbriche di ridurre le emissioni di CO2 di oltre 15.000 tonnellate entro il 2030. Fornitore di materie prime dell'unità di elaborazione della Cina

Il Dr. Markus Kamieth, membro del comitato esecutivo di BASF, ha dichiarato: "In qualità di maggiore fornitore di prodotti chimici per l'industria automobilistica, ci rendiamo conto della nostra responsabilità di supportare i nostri clienti con soluzioni innovative ed eco-efficienti. L'approccio del bilancio della biomassa ci consente di mantenere la stessa qualità pur mantenendo la stessa qualità.rendere le nostre soluzioni di rivestimento più sostenibili.Siamo lieti che il BMW Group abbia scelto di svolgere un ruolo pionieristico nell'industria automobilistica, dove i nostri prodotti svolgono un ruolo chiave nell'aiutarlo a raggiungere i suoi ambiziosi obiettivi di sostenibilità.”Fabbrica della Cina dei prodotti della gomma piuma dell'unità di elaborazione

Joachim Post, membro del Management Board for Procurement and Supplier Network di BMW, ha dichiarato: "Riducendo l'uso di materie prime fossili, possiamo conservare le risorse naturali e allo stesso tempo ridurre le emissioni di CO2. Per raggiungere questo obiettivo, dipendiamo sempre più dalla nostra fornitura Innovazione sostenibile per le reti aziendali. I rivestimenti innovativi a base di materie prime rinnovabili sono un passo importante in questa direzione”.

Gli stabilimenti del BMW Group a Lipsia e Rosslyn producono una media di circa 250.000 veicoli all'anno.

In quanto tecnologia anticorrosione con protezione ottimale dei bordi, CathoGuard 800 e-coat ha contribuito a prolungare la vita di milioni di veicoli. Il suo prodotto bilanciato per biomassa, CathoGuard 800 ReSource, aggiunge un'impronta di carbonio ridotta all'efficienza dei materiali per le applicazioni di rivestimento elettronico senza modificare la formulazione del prodotto.

Nell'approccio del bilancio della biomassa di BASF, materie prime rinnovabili come nafta a base biologica e biometano da rifiuti organici vengono utilizzate come materie prime nella produzione di prodotti chimici primari e immesse nella produzione integrata. Viene quindi calcolata la proporzione di materie prime a base biologica e assegnato a determinati prodotti di vendita secondo un metodo certificato. Questo modello di distribuzione è paragonabile ai principi dell'elettricità verde. Un organismo di certificazione indipendente ha confermato che BASF ha sostituito la quantità di risorse fossili necessarie per i prodotti di bilancio della biomassa che vende con materie prime rinnovabili.